Conto termico

Il Nuovo Conto Termico, introdotto dal D.M. 16 febbraio 2016 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 51 del 2 marzo 2016 ed entrato in vigore il 31 maggio), è un incentivo stabile, senza scadenza, non subisce modifiche o proroghe, usufruibile dai Privati (persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario) per interventi di piccole dimensioni per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza (art. 4.2 del DM 16/02/2016, modalità Allegato II).

Il Nuovo Conto Termico è una versione semplificata e migliorata del precedente, datato 2012.

 

Tutti gli interventi ammessi agli incentivi riguardano unicamente edifici esistenti dotati di impianto di climatizzazione annuale.

Viene calcolato in base all’energia termica prodotta e non in base alle spese sostenute per la sostituzione

di un impianto.

Viene erogato in un periodo che va da 2 a 5 anni, a meno che il totale dell’incentivo non superi i 5.000 €: in questo caso è corrisposto in un'unica rata, accelerando molto i tempi di rientro rispetto alle detrazioni fiscali.

 

Alcuni esempi di interventi incentivabili:

  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento di serre e fabbricati rurali già esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentato a biomassa;
  • Installazione di collettori solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale;
  • Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore;
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore.

 

Per un elenco completo si rimanda all’art 4 del DM 16 febbraio 2016 (“Tipologie di interventi incentivabili”).

L’incentivo viene erogato dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici), che ha provveduto a creare un portale ad hoc, il PortalTermico. I soggetti privati possono accedere agli incentivi del Conto termico solo attraverso accesso diretto, ovvero il soggetto responsabile deve presentare la scheda-domanda (che il GSE metterà a disposizione) entro 60 giorni dal termine dei lavori e secondo le istruzioni specificate nelle regole applicative. La scheda-domanda fornisce informazioni sull’intervento e sull’immobile dove è stato realizzato.

 

L’incentivo può arrivare a coprire:

  • fino al 50% per gli interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F e fino al 55% nel caso di isolamento termico e sostituzione delle chiusure finestrate, se abbinati ad altro impianto (caldaia a condensazione, pompe di calore, solare termico, ecc.);
  • anche fino al 65% per pompe di calore, caldaie e apparecchi a biomassa, sistemi ibridi a pompe di calore e impianti solari termici;
  • il 50% delle spese per la Diagnosi Energetica e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE)

Importante: l’incentivo può essere assegnato solo agli interventi che non accedono ad altri incentivi statali (ovvero non è cumulabile con altri incentivi statali in corso, es. detrazioni fiscali al 50% o 65%), a eccezione dei fondi di garanzia, dei fondi di rotazione e dei contributi in conto interesse.

 

 

arkesrl@guidogroup.com  PEC: info-arke@legalmail.it

 C.F. e P.IVA: 03371190780

PRIVACY POLICY

webdesign SkillGrafica

Sede legale: Via L. Ariosto, 3  - 87100 - COSENZA - tel. +39 0984 466654

Filiale operativa Nord: via Tonale, 9 - 20125 - MILANO - tel. +39 02 39289261

Filiale operativa Centro: via Sante Bargellini, 4  - 00157 - ROMA - tel. +39 06 83952370

E.S.Co. Arké S.r.l.